Depressione e social network sono connessi: lo dice la scienza

Depressione e social network sono connessi: lo dice la scienza

In una società come quella odierna, i social network sono sempre più importanti e prendono sempre più piede nella nostra vita. Proprio per questo motivo sono costantemente sotto la lente di ingrandimento. Da molti sono accusati di essere negativi e di portare a depressione e isolamento sociale. In poche parole, ciò che si recrimina è che la gente perda molto più tempo sui social che a curare le proprie relazioni interpersonali.

Sebbene si tratti di dichiarazioni forti, uno studio condotto dallo statunitense Brian Primack ha dimostrato che esiste una correlazione tra depressione e social network. Tutto ciò non deve allarmare più di tanto, ma deve far capire che è importante avere dei limiti da non oltrepassare per non scambiare la realtà con il mondo online.

Il campione sul quale è stata effettuata l'indagine è molto variegato. Sono state prese in considerazione le abitudini di ben 1787 cittadini americani, tutti di età compresa tra i 19 e i 32 anni. Lo studio è stato mirato a cogliere quelle che sono le loro abitudini in relazione ai social network. Cosa è emerso da questi studi? Che chi, tra queste persone prese in esame, usava tra i 7 e gli 11 social network era molto più soggetto ad ansia e depressione, mentre chi ne usava un numero inferiore lo era decisamente meno!

Alla luce dei dati emersi dall'indagine, quindi, si è arrivati a dire che chi usa solo un social, magari Facebook, ha meno possibilità di finire nel baratro della depressione in confronto a chi gestisce decine di account e si interfaccia con tante piattaforme differenti. Il risultato di questa ricerca ha messo in luce il fatto che ormai tutti, o quasi, utilizzano dei social network e lo fanno in maniera quotidiana: questo, quindi, serve anche a sottolineare il livello di diffusione di queste piattaforme che, oggi come oggi, fanno parte della vita di tutti noi. Tuttavia, bisogna sempre fare attenzione a come e quanto si utilizzano, al fine di salvaguardare la salute psicologica.
Del resto, la depressione viene definita come il male del secolo e, probabilmente, un fattore molto importante, che influisce in maniera sostanziale sulla diffusione di questa patologia è proprio l'uso dei social network. Naturalmente, dato che aumenta il numero di persone depresse, si moltiplicano anche le soluzioni al problema.

Molto importante, a tal proposito, il ruolo degli antidepressivi naturali, che sono in grado di apportare soluzioni senza, però, fare ricorso a medicinali. L'importanza di questo tipo di rimedio, che non ha controindicazioni poiché si tratta di qualcosa di naturale al 100%, è ormai assodata. Quali sono quelli più efficaci?

Potrebbe sembrare strano, ma il cioccolato è uno degli antidepressivi naturali che hanno maggiore valenza e che, soprattutto, servono effettivamente a tenere a bada tristezza e ansia. Tuttavia, non è l'unico. Anche valeriana e iperico tendono a calmare l'ansia e il nervosismo e hanno, al contempo, delle funzioni antidepressive molto importanti. I fiori di Bach sono un altro rimedio alternativo da prendere in considerazione. In questo caso, quindi, si consiglia l'assunzione dei seguenti fiori: SweetChestnut, Gentian, Wild Rose, Gorse e Mustard, che sono quelli che, più di tutti, sono legati alla cura della depressione.

I vantaggi dei rimedi naturali rispetto a quelli dati da compresse e medicinali (che devono sempre essere prescritti da un medico) riguardano soprattutto le controindicazioni: questi non ne hanno perché si tratta di estratti, erbe officinali, oli essenziali o derivati dai suddetti ingredienti.

Allontanare la depressione e l'isolamento sociale non passa solo dall'esclusione dei social dalla propria vita ma, senza dubbio, dopo la ricerca di cui sopra, è utile iniziare a frenare un po' l'utilizzo che se ne fa.

Add Comment