Ipercheratosi: cause, sintomi e trattamento

Ipercheratosi: cause, sintomi e trattamento

L’ipercheratosi è una malattia della pelle, che porta ad un ispessimento della pelle, da cui deriva anche il nome che si dà a questa problematica.

Trovate informazioni più dettagliate su ipercheratosi cos è; invitiamo a leggere l’articolo approfondito sull’ipercheratosi che abbiamo segnalato.

Focalizziamoci invece sugli altri aspetti di questa alterazione cutanea, vedendo quali sono le cause, i sintomi ed il possibile trattamento della problematica.

Cause dell’ipercheratosi

Nella maggior parte dei casi l’ispessimento della pelle è dovuto ad un eccessivo carico che viene imposto ad alcune aree del piede.

Ecco allora che tra le cause dell’ipercheratosi dobbiamo segnalare i problemi posturali, perché una postura non corretta potrebbe portare a fare eccessiva pressione su una piccola area cutanea del piede, determinandone l’ispessimento.

Per questo motivo si consiglia, soprattutto alle donne, di fare attenzione alle scarpe che si utilizzano. L’utilizzo frequente di scarpe con il tacco, ad esempio, potrebbe rendere più semplice l’ispessimento della cute sul tallone ed in altre zone della pianta del piede.

La postura errata non è però l’unica possibile causa: anche alcune malattie della pelle, ad esempio la psoriasi, potrebbe causare la comparsa dell’ipercheratosi, con un caratteristico ispessimento della cute.

Sintomi dell’ipercheratosi

Abbiamo visto le principali cause che possono portare a questo disturbo, bisogna ora vedere quali sono i più frequenti sintomi dell’ipercheratosi che i pazienti che soffrono di questo ispessimento cutaneo riferiscono.

Il segno caratteristico è l’ispessimento cutaneo, al quale consegue un indurimento della cute, con la possibilità che si vengano a formare uno o più calli.

Questa alterazione della cute e la comparsa di duroni e di calli può determinare l’insorgenza di una sensazione dolorosa, che viene avvertita nella zona di maggior alterazione. Nel caso in cui l’ipercheratosi compaia a livello della pianta dei piedi, il problema potrebbe causare anche una alterazione della deambulazione.

Se si hanno questi segni e sintomi è utile rivolgersi al medico per la diagnosi. Gli specialisti in questo ambito sono il dermatologo ed il podologo. E’ importante fare una corretta diagnosi della manifestazione patologica, perché alla diagnosi può seguire poi il trattamento corretto.

Trattamento dell’ipercheratosi

Se la visita medica ha confermato la diagnosi di ipercheratosi, bisogna iniziare a pensare al trattamento dell’ipercheratosi.

Il trattamento varia a seconda della causa scatenante di questo disturbo. Nella maggior parte dei pazienti l’ispessimento cutaneo è determinato dall’utilizzo di calzature non adatte o da una postura errata: in questi casi sarà sufficiente cambiare le scarpe e correggere la postura per notare dei miglioramenti.

In altri casi l’ispessimento cutaneo si manifesta nell’ambito di una patologia più complessa. E’ il caso della psoriasi, situazione nella quale bisogna intraprendere il trattamento della psoriasi per vedere anche una riduzione dell’ipercheratosi.

Quasi sempre viene consigliata l’applicazione di creme idratanti e di speciali pomate, che hanno lo scopo di idratare in profondità la parte ispessita, di renderla più morbida ed in questo modo di facilitarne la rimozione.

Per i calli e per i duroni, a meno che essi non siano molto profondi, un ottimo rimedio consiste nell’impiegare una pietra pomice, utilissima per facilitarne l’eliminazione.