A cosa è utile la Psicoanalisi

La psicoanalisi un metodo scientifico utile per investigare processi mentali degli individui e per il trattamento dei disturbi nevrotici. Consiste nella delucidazione di determinati atti, pensieri o sintomi che si presentano nella mente, atti che non sono arbitrari, ma hanno un significato, una causa.

Fin dall'inizio, la psicoanalisi è stata oggetto di critiche e discussioni sia interne al movimento psicoanalitico che esterne a questo movimento, che ne mettono in dubbio la scientificità , la rilevanza della sua descrizione della psiche e la sua efficacia terapeutica. La psicoanalisi designa una modalità di trattamento psicologico che si basa su concetti legati ai processi mentali inconsci. L'osservazione è che le persone sono il più delle volte inconsapevoli dei fattori che determinano le loro emozioni e i loro comportamenti.

L'obiettivo è raggiungere la cura di chi viene analizzato, che comprende e modifica il suo rapporto con la sua storia per potervi cercare le risorse necessarie per uscire dall'impasse in cui si trovava (vedi le tecniche di psicologia breve strategica utilizzate dalla psicologa Roma Claudia De Masi).

Secondo il neurologo austriaco Sigmund Freud, il suo ideatore, la psicoanalisi si definisce in tre punti:

  • un metodo di indagine, che consiste nell'individuare il significato cosciente dei processi psichici (come sogni, delusioni, fantasie, ecc.);
  • un metodo terapeutico, con lo sviluppo della capacità di far riflettere; e una teoria del funzionamento mentale, che si applica in particolare alla comprensione delle produzioni umane (come le arti, la letteratura, ecc.).

Si noti che esiste la psicoanalisi freudiana (secondo i principi di Freud) e la psicoanalisi lacaniana (secondo i principi di Lacan). Lacaniani e freudiani concordano sul fatto che le fantasie sessuali infantili e gli eventi dimenticati dell'infanzia alimentano l'inconscio e che sono all'origine delle nevrosi adulte.

Lo psicoanalista è soprattutto un terapeuta (colui che tratta) che utilizza l'approccio psicoanalitico inventato da Sigmund Freud . Per accedere a questa pratica, si suppone che lo psicoanalista abbia precedentemente seguito un'analisi personale con un collega chiamato “referente”. Infine, la psicologa o psicologo appartiene il più delle volte a una specifica corrente "psicoanalitica" che determina la natura della sua pratica (le correnti si differenziano per il loro attaccamento o per il loro allontanamento dai concetti sviluppati da Freud, Lacan o Jung).

Perchè ricorrere alla psicoanalisi

Ci sono molte ragioni per cui ricorrere alla psicoanalisi attraverso le varie terapie. Queste includono:

  • stati di ansia
  • fallimenti emotivi o professionali, inibizioni varie;
  • stati depressivi
  • alcuni sintomi fisici ricorrenti che ti fanno venir voglia di mettere in discussione il funzionamento interno;
  • un lutto
  • una crisi familiare
  • una malattia dell' anima di fondo

Si noti che la psicoanalisi non è adatta a persone che desiderano risultati immediati. In quel caso potrebbe essere utile un approccio di terapia breve strategica.

Come avvengono le sedute di psicoanalisi

La psicoanalisi viene praticata in sedute individuali nello studio di uno specialista psicologo, e inizia con i colloqui preliminari durante i quali il paziente spiega le ragioni che lo portano a chiedere questo tipo di supporto. Questa è l'occasione per lo psicoanalista di vedere se è in grado di aiutare e come farlo.

Una seduta termina quando il paziente ha espresso un'idea, una parola che fa luce sul suo problema. Con l'avanzare delle sedute, lo psicoanalista cerca di aggiornare l'inconscio che viene trasmesso attraverso il linguaggio dell'analizzando. Le parole risvegliano la memoria, resuscitano le immagini e portano gradualmente a una consapevolezza necessaria per la guarigione.

La psicoanalisi è una pratica che può essere effettuata su adulti, ma anche con bambini e adolescenti. Ma i mezzi per farlo si stanno adattando, ad esempio con disegni e giochi. Si noti che il "transfert", ovvero la proiezione tra paziente e terapeuta di rappresentazioni spiacevoli che emergono nelle sedute, è praticamente inevitabile durante la psicoanalisi.

La forma delle sedute di psicoanalisi può variare a seconda del tipo di approccio dello specialista:

  • il paziente parla, sdraiato su un lettino, e lo psicologo lo ascolta, posto dietro di lui. A volte si parla di "poltrona-divano";
  • i due protagonisti si parlano faccia a faccia;
  • fi può fare uso di una messa in scena per coinvolgere l'azione dei corpi. Parliamo di psicodramma psicoanalitico.

La durata della psicoanalisi dipende dalla volontà del pazienye di avanzare nella sua analisi. Può quindi durare settimane, mesi o anni.