Le proprietà dell’acqua ossigenata: gli usi in ambito estetico e per le pulizie domestiche

proprietà dell'acqua ossigenata

L’acqua ossigenata, nota anche come perossido di idrogeno, è una sostanza chimica naturale con importanti proprietà disinfettanti e sbiancanti. È facilmente reperibile sul mercato, dove viene venduta in forma diluita per garantire la massima sicurezza durante l’utilizzo.

Viene generalmente usata per curare le piccole ferite della pelle, senza provocare alcun effetto indesiderato o controindicazione. In virtù delle sue peculiari caratteristiche, trova un ampio utilizzo anche in altri settori, come la cosmetica e la cura della bellezza personale. Ha un notevole potere disinfettante, infatti viene impiegata anche per la pulizia domestica, delle superfici e degli oggetti.

Leggi qui per scoprire i migliori prodotti naturali per la bellezza personale e per le pulizie domestiche.

 

L’acqua ossigenata per la salute

In caso di ferite, escoriazioni, bruciature o tagli è sufficiente passare sulla parte interessata un po’ di acqua ossigenata. Nel giro di 2-3 giorni la ferita dovrebbe rimarginarsi completamente. In caso contrario, è opportuno rivolgersi ad un professionista. All’occorrenza l’acqua ossigenata può essere utilizzata anche per contrastare l’acne, un problema tipico degli adolescenti.

Il perossido di idrogeno viene spesso utilizzato, in combinazione con acqua normale, per curare ferite della bocca, irritazioni o afte. I risciacqui con questa soluzione possono essere fatti anche 3-4 volte al giorno, facendo però attenzione a non ingerirla. In alternativa, per la pulizia del cavo orale, ottimo è anche il sale diluito in un po’ di acqua come disinfettante o in associazione al bicarbonato e al limone, per creare una pasta dall’effetto sbiancante e pulente.

 

Acqua ossigenata per la cura della bellezza personale

Grazie alle sue proprietà sbiancanti ed ammorbidenti, l’acqua ossigenata è un ottimo alleato nei pediluvi e nella pulizia delle mani per sbiancare le unghie ingiallite ed ammorbidire i calli. Basta immergere per pochi minuti mani o piedi in una soluzione di acqua normale e perossido di idrogeno per avere risultati eccellenti.

L’acqua ossigenata viene usata anche per schiarire i capelli, ma in questo caso è opportuno utilizzare quella a 40 volumi, che risulta meno diluita. Viene così eliminato il colore naturale dei capelli, dopodiché si può applicare la tintura scelta. Per donare brillantezza e lucentezza ai capelli, consigliamo di effettuare dei risciacqui, dopo il normale lavaggio, con un litro di acqua e 2 cucchiai di aceto.

 

Le pulizie domestiche

L’acqua ossigenata ha un alto potere disinfettante, perciò ha trovato ampia diffusione anche nelle pulizie domestiche. Viene spesso usata per sbiancare le ceramiche e pulire le superfici di bagno e cucina, dove spesso si annidano batteri e si formano macchie difficili da togliere. Ottima poi se unita ad aceto o a limone, garantisce un effetto potenziato. In un contenitore spray, versare 500 ml di aceto bianco, 400 ml di acqua e 50 ml di acqua ossigenata: si otterrà un ottimo disinfettante per le superfici della cucina.

Previene inoltre la formazione di muffe e funghi, che trovano linfa vitale nelle superfici e sui muri della casa particolarmente soggetti all’umidità.

In cucina, l’acqua ossigenata può essere utilizzata ovunque, a partire dalla pulizia e dalla disinfezione dei taglieri, fino agli altri utensili dove possono annidarsi batteri e microrganismi dannosi per la salute. È utilissimo anche per la pulizia di elettrodomestici di uso comune, come lavatrici e frigoriferi. In generale riesce ad eliminare i cattivi odori della cucina, dando così un senso di maggiore ordine e pulizia.

Se utilizzata diluita assieme all’aceto ad esempio, l’effetto disinfettante è potenziato: in un contenitore spray, versare 500 ml di aceto bianco, 400 ml di acqua e 50 ml di acqua ossigenata per ottenere un ottimo disinfettante per le superfici della cucina.

Molte persone usano l’acqua ossigenata per pulire e disinfettare frutta e verdura ed eliminare qualsiasi sostanza dannosa. Prima di consumarle però bisogna avere l’accortezza di risciacquarle con acqua potabile.

Per riportare i tessuti ammuffiti, sporchi o macchiati al loro splendore originale, basta immergerli all’interno di una bacinella riempita di acqua normale e perossido di idrogeno. Prima del lavaggio è sufficiente versare un po’ di acqua ossigenata sul tessuto, che verrà smacchiato perfettamente per un risultato finale eccellente, soprattutto con le difficili macchie di sangue, ad esempio, anche di vecchia data.