Merluzzo: alleato in cucina per un’alimentazione sana

Il pesce, si sa, fa bene: possiede un elevato contenuto proteico, poche calorie (soprattutto se cucinato al vapore, alla griglia o al forno, evitando il fritto) ed è ricco di Omega-3 che:

  • migliorano il ritmo cardiaco, favorendo la circolazione del sangue,

  • riducono la formazione di trombi ed emboli,

  • riducono i trigliceridi e l’aggregazione delle piastrine, evitando il rischio che insorgano malattie cardiovascolari.

Le calorie presenti nel pesce sono inferiori a quelle della carne. Ad esempio, il salmone, che è considerato un pesce “grasso”, è in realtà ricco di fosforo, ferro, oligominerali, vitamina B, proteine e acidi grassi polinsaturi, sostanze che fanno bene alla nostra salute e che sono indispensabili per prevenire e curare molteplici malattie. Queste caratteristiche fanno del pesce un alimento ideale per perdere peso in modo equilibrato e sano.

Merluzzo: pesce della salute e alleato nelle diete

In particolare, un vero alleato dell’alimentazione sana è il merluzzo. È infatti un alimentino ricco di sostanze nutritive e povero di grassi. Ovviamente deve essere cucinato senza l’aggiunta di grassi in cottura.

Il merluzzo è:

  • di facile digeribilità,

  • un pesce ipocalorico (solo 82 calorie per 100 gr. La carne invece ha circa 200/250 calorie per 100 gr.),

  • ricco di proteine,

  • contiene acidi grassi polinsaturi Omega-3. Gli omega-3 svolgono un’azione benefica su trigliceridi e colesterolo e sono inoltre importanti per prevenire l’insorgere di patologie coronariche, dell’ipertensione, diabete di tipo 2, disordini immunitari ed infiammatori,

  • ricco di sali minerali, tra i quali troviamo fosforo, iodio, ferro e calcio,

  • ricco di vitamine: B, E e D, quest’ultima importantissima per l’assorbimento del calcio a livello intestinale, con ripercussioni positive sulla formazione delle ossa e sulla crescita.

Merluzzo: toccasana per bambini, anziani e donne in gravidanza

Per questi motivi il merluzzo viene utilizzato da chi è a dieta o da chi vuole seguire un’alimentazione sana, equilibrata e leggera. Ma non solo. È infatti particolarmente consigliato per l’alimentazione:

  • dei bambini. Il merluzzo infatti è un pesce magro, tenero e facilmente digeribile. La cottura migliore è sicuramente quella al vapore, perché preserva i principi nutritivi dell’alimento e, come detto, favorisce la digeribilità.

  • degli anziani poiché ricco di calcio, fosforo e altri sali minerali che aiutano a prevenire le malattie delle ossa come l’osteoporosi. Inoltre, gli acidi grassi polinsaturi del tipo Omega 3, sono essenziali nella lotta all’aterosclerosi e alle malattie.

  • delle donne in gravidanza, essendo un pesce molto leggero e ricco di proprietà nutritive.   

Scegliere solo il merluzzo della migliore qualità

Il merluzzo per antonomasia, ovvero quello che viene utilizzato per la preparazione di baccalà e stoccafisso, è il merluzzo nordico (Gadus morhua), Questo pesce vive e nei mari freddi del Nord a profondità comprese fra i 180 e i 360 metri. Si avvicina alle coste solo durante il periodo riproduttivo. E’ caratterizzato da un corpo allungato, può superare il metro di lunghezza e pesare fino e oltre i 50 kg. La maggior parte degli esemplari pescati, tuttavia, pesa in media 10 kg.

Quando si parla di merluzzo si fa riferimento a un famiglia molto estesa di pesci, che raggruppa diverse sottospecie e non bisogna confonderlo con il nasello (Merluccius merluccius). Infatti, pur essendo un pesce diverso, fa parte della stessa famiglia del merluzzo comune.

È consigliato quindi scegliere solo merluzzo di alta qualità come ad esempio quello della Tagliapietra e Figli Srl di Mestre (Venezia) che possiede una lunga tradizione di importazione del miglior merluzzo dai mari del Nord e un elevato standard di qualità, tanto che una delegazione si reca alle isole Lofoten, in Norvegia, due volte all’anno, in marzo e in agosto, per verificare personalmente la materia prima e controllare lo stato di mantenimento del pesce e la sua conservazione.