Tiroide: patologie, sintomi, cure e rimedi naturali

tiroide

La tiroide è un organo del nostro sistema endocrino. Si tratta di una ghiandola che si trova nella parte frontale del nostro collo, giusto di fronte alla trachea. La sua forma è simile a quella di una farfalla, questo è dovuto alla forma dei due lobi (il destro e il sinistro) di cui si compone.

Non è un organo indispensabile per la vita, tuttavia assolve alcune funzioni di regolazione che sono di fondamentale importanza per il corretto funzionamento del nostro organismo.

 

Qual’è la funzione della tiroide?

La sua funzione principale è quella di secernere i cosiddetti “ormoni tiroidei”. Questi hanno due funzioni fondamentali:
  • Controllare il corretto funzionamento della maggior parte delle cellule del nostro organismo
  • Vigilare e regolare sul corretto funzionamento del metabolismo del nostro corpo

La tiroide regola il funzionamento di tantissime attività del nostro organismo tramite la secrezione di tre ormoni importantissimi: tiroxina (t4), triiodotironina (t3) e calcitonina.

 

Regolare il metabolismo

Con la parola “metabolismo” ci si riferisce a quell’insieme di attività che consentono al nostro corpo di funzionare correttamente. Detto in soldoni: la tiroide dice alle varie del nostro corpo come lavorare e quali sostanze chimiche e nutritive impiegare. Da questa attività di coordinazione delle risorse disponibili dipende l’efficienza con la quale viene prodotta l’energia necessaria per il nostro corpo.

Un corretto funzionamento della tiroide è essenziale per la produzione degli ormoni tiroidei che vanno a stimolare questa attività.

Gli ormoni t3 e t4 che abbiamo citato poco sopra hanno funzioni molteplici. Queste spaziano dallo sviluppo e mantenimento dei sistemi nervosi, alla crescita del corpo fino al controllo metabolico.

 

Patologie frequenti della tiroide

Si verificano quando, per vari possibili motivi, la tiroide produce ormoni in quantità inferiori o troppo superiori rispetto al fabbisogno richiesto dal corpo del paziente.

 

Ipertiroidismo

Come suggerisce la parola, si verifica quando la produzione di ormoni è superiore alla soglia ottimale.

I sintomi più frequenti dell’ipertiroidismo sono intolleranza al caldo, eccessiva sudorazione, mancanza di forza, tremori, tachicardia, dimagrimento anomalo, nervosismo e insonnia. In casi estremi questa patologia può portare ad un ingrossamento della zona del collo dove si trova la tiroide e lo sporgere dei bulbi oculari.

In alcuni casi questa patologia è causata  all’insorgere del morbo di Basedow, malattia autoimmune che stimola in modo eccessivo la sintetizzazione dell’ormone TSH che va a stimolare a sua volta la tiroide.

 

Ipotiroidismo

Questa patologia è causata dal verificarsi delle condizioni inverse sopra elencate. Questo implica una produzione al di sotto dei livelli minimi necessari del fabbisogno dell’organismo. In questo caso i sintomi più comuni sono spossatezza, tendenza ad ingrassare, riduzione dell’appetito, rallentamento dei riflessi e sensazione costante di pesantezza.

Le cause sono invece imputabili a condizioni patologiche quali l’insorgere di noduli tiroidei, gozzo, tiroidite e, in casi più estremi, tumori della tiroide.

 

Come curare le patologie della tiroide.

In caso di Ipotiroidismo la cura standard che risulta essere efficace nella maggior parte dei casi è l’integrazione dell’ormone t4 , normalmente in forma di pastiglie. L’assunzione di questo ormone è piuttosto semplice. Bisogna infatti avere cura di assumerlo mezz’ora prima del primo pasto della giornata. Gli effetti collaterali si presentano solo in caso di sovra-dosaggio.

Per quanto riguarda l’ipertiroidismo, le cure più comuni tendono ad eliminare il problema eliminando o inibendo la tiroide stessa.

  • Cura con iodio. E’ una forma di radioterapia che può essere somministrata anche per via orale. La tiroide assorbe lo iodio che poco a poco va ad inibire il suo funzionamento. L’unico rischio è costituito dalla possibilità di un sovra-dosaggio che potrebbe causare l’insorgere
  • Farmaci antitiroide. Inibiscono la produzione di ormoni tiroidei
  • Beta bloccanti. Non agiscono sulla tiroide ma sugli effetti a livello cardio-circolatorio.
  • Chirurgia. Semplicemente si procede alla rimozione della tiroide. Soluzione più ampiamente applicata in caso di gozzo.

 

Cure naturali per i problemi alla tiroide

Alga Fucus

Questa alga è particolarmente apprezzata per la cura dell’ipotiroidismo. Si tratta di un rimedio fitoterapico proveniente dai mari del nord che presenta una buona efficacia terapeutica grazie al suo elevato contenuto in iodio.

Anche i funghi medicinali cinesi, tipici della medicina tradizionale cinese sono spesso impiegati come cura fitoterapica.

 

Agopuntura

Secondo la medicina tradizionale cinese, la tiroide è particolarmente recettiva agli effetti energetici degli aghi sul nostro organismo. Per l’ipertiroidismo vengono normalmente raccomandati 5-7 sedute e 3-5 sedute per i casi di ipotiroidismo.

 

Omeopatia.

Esistono svariati rimedi omeopatici legati al tiroidismo, molti dei quali sembrano dare dei risultati nel cammino verso una ripresa funzionale della tiroide.