Girello per anziani: guida ad una scelta consapevole

Che l’età media si sia allungata non lo dice soltanto la nostra esperienza quotidiana, ma anche la sintesi di studi e ricerche condotte nel corso di questi ultimi anni. Inoltre, a leggere bene i dati proposti di volta in volta, si trova un altro elemento comune: il nostro Paese è ai primissimi posti per quanto riguarda il fattore di invecchiamento.

Non è un Paese per giovani. Basta guardare ad esempio i risultati del Nuovo Rapporto sull'Invecchiamento presentato dall'OMS, secondo cui l'Italia è la prima nazione d'Europa e seconda al mondo secondo, dietro solo al Giappone, per popolazione anziana, con percentuali pari al 21,4% di cittadini che superano i 65 anni di età e ben il 6,4% che invece è addirittura over 80. Secondo l’Istat, poi, la struttura popolativa del Bel Paese è fortemente squilibrata, perché il peso degli abitanti nella fascia 15/34 anni continua a diminuire, mentre al contrario aumenta quello di chi ha più di 65 anni: in particolare, l’indice di vecchiaia italiano è destinato a salire entro il prossimo mezzo secolo, così come l’età media della popolazione.

Non solo buone notizie. Per riprendere una delle massime del Premio Nobel Rita Levi Montalcini, non basta però “aggiungere anni alla vita”, perché bisognerebbe invece aggiungere “vita agli anni”, e cioè migliorare definitivamente i livelli di qualità sociale e di salute, soprattutto, iniziando dal contrastare le cause di disabilità anche comuni. Con il progredire del tempo, infatti, il nostro corpo si indebolisce e diventa soggetto a maggiori rischi, come le temute fratture ossee che provocano danni piuttosto gravi.

Un sostegno. A tendere la mano, in maniera metaforica, è la scienza medica e tecnologica, che ha portato alla realizzazione di strumenti sempre più efficaci per sostenere le persone in ogni fase della vita. Navigando sulla vetrina di Medisan Shop, portale dedicato proprio alla vendita di apparecchiature elettromedicali, si può scoprire un’intera gamma di prodotti pensati per la terza età, a cominciare dall’utile girello per anziani, in grado di rispondere alle specifiche esigenze di deambulazione di persone che soffrano di mobilità permanenti o dovute a operazioni chirurgiche e infortuni temporanei.

Conoscere gli strumenti. Noti anche come deambulatori, i girelli rappresentano il mezzo più semplice per garantire il giusto sostegno alle persone che hanno difficoltà deambulatorie, consentendo loro di camminare senza timore di perdere l’equilibrio né di inciampare grazie al telaio che, in genere, arriva fin sopra le anche e ai supporti per le braccia (che, oltretutto, non ostacolano la corretta circolazione sanguigna negli arti superiori). Per chi acquista per la prima volta un girello per anziani ci sono alcuni aspetti da valutare, a cominciare dal peso complessivo, che dipende principalmente dal materiale di costruzione: l’acciaio, infatti, è resistente ma pesante (e perciò i deambulatori in tale metallo presentano ruote nella parte anteriore), mentre l’alluminio si rivela più maneggevole. Proprio la maneggevolezza è una caratteristica fondamentale, perché se l’anziano dovesse trovare scomodo il girello tenderà a non utilizzarlo.

Optional e valutazioni. Detto delle ruote anteriori, ci sono anche altri possibili accessori extra che possono determinare la scelta del deambulatorio più rispondente alle esigenze della persona che lo utilizzerà, come gli appoggi per le braccia e i cestini e borse porta oggetti da aggiungere nella parte anteriore (acquistabili anche in un secondo momento); non mancano, poi, girelli pieghevoli o di dimensioni ridotte, che si rivelano pratici per il trasporto e l’utilizzo anche in esterna. Questi strumenti, infatti, sono facili da usare non solo tra le pareti domestiche, dove bisogna prestare attenzione soprattutto alle dimensioni di porte e corridoi, ma anche negli spazi esterni: in questa seconda ipotesi, diventa ancor più importante scegliere un prodotto adeguato, perché la città è purtroppo ricca di barriere architettoniche che si rivelano come ostacoli alla mobilità di tutte le persone.